Montano Lucino - Comune di Montano Lucino
-- -- -- --


Gli uffici Del Comune 

Anagrafe e Stato Civile

E-mail principale: anagrafe@comune.montanolucino.co.it

Telefono / Orari / Note:

Responsabile del Servizio: dott.ssa Marina Bellegotti 

Tel. Ufficio 031/478022-23
Fax. 031/470253
CODICE UNIVOCO UFFICIO (per fatturazione elettronica): SMJY0L


ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO

 

Mattina

Pomeriggio

Lunedì

11.00 – 13.00

17.00 – 18.00

Martedì

11.00 – 13.00

 

Mercoledì

11.00 – 13.00

17.00 – 18.00

Giovedì

11.00 – 13.00

 

Venerdì

11.00 – 13.00

 

Sabato

09.00 - 12.00

 

L'UFFICIO RIMARRA' CHIUSO AL PUBBLICO NELLA (E SOLA) MATTINATA DI MERCOLEDI' 31/05/17 E SABATO 03/06/17

SOLO PER SERVIZI DI EMERGENZA (registrazione nascite e morti) E' POSSIBILE CONTATTARE IL NUMERO: 377.5179114.     



CAMBIO DI RESIDENZA IN TEMPO REALE:

Dal 09/05/12 è entrata in vigore la nuova disciplina in materia di dichiarazione di residenza. Il nuovo procedimento di registrazione prevede che:
- l'iscrizione anagrafica o la registrazione venga effettuata entro 2 giorni lavorativi successivi alla presentazione;
- gli effeti giuridici delle dichiarazioni anagrafiche (e delle cancellazioni) decorrano dalla data della dichiarazione;
- i cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche (attraverso la compilazione dei moduli conformi a quelli pubblicati sul sito del Ministero dell'Interno: http://www.servizidemografici.interno.it/ o sul sito Comunale)non solo attraverso l'apposito sportello comunale, ma altresì per raccomandata, fax e per via telematica. Quest'ultima possibilità è consentita ad una delle seguenti condizioni:
  1. che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale;
  2. che l'autore sia dentificato dal sistema informatico con l'uso della carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi o, comunque, con strumenti che consentano l'individuazione del soggetto che effettua la dichiarazione;
  3. che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante;
  4. che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.
- a seguito dell'iscrizione anagrafica (o della registrazione del cambiamento di abitazione), il Comune provvederà ad accertare la sussistenza dei requisiti previsti per l'iscrizione (o la registrazione) stessa e che, trascorsi 45 gg dalla dichiarazione resa o inviata senza che sia stata effettuata la comunicazione dei requisiti mancanti, l'iscrizione (o la registrazione) si itenda confermata.
Qualora saranno riscontrate delle discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti esperiti, si provvederà alla dovute segnalazioni alle autorità di pubblica sicurezza.

 
MODALITA' RILASCIO CERTIFICATI:
A seguito dell’entrata in vigore della legge di stabilità (L. 183/2011), dal 1° gennaio 2012 agli uffici pubblici è vietato rilasciare certificati da esibire ad altre pubbliche amministrazioni (art. 40, D.P.R. 445/2000). Pertanto, gli uffici comunali di anagrafe e stato civile possono rilasciare certificati soltanto ad uso privato (per i quali è previsto il pagamento dell’imposta di bollo ai sensi dellart. 4 della tariffa alleg. A al D.P.R. 642/1972,  e dei diritti di segreteria, ossia € 16,00 + € 0,52 per ciascun documento).Si ricorda che i cittadini possono comunque sempre avvalersi dell' autocertificazione anche quando hanno a che fare con ‘istituzioni private’ quali banche, assicurazioni, agenzie d’affari, poste italiane e notai (art. 2, D.P.R. 445). I documenti di autocertificzione hanno lo stesso valore dei certificati comunali (art. 46, D.P.R. 445) ma non comportano il pagamento di nessuna imposta di bollo né di diritti di segreteria e non è necessaria l'autenticazione della firma.
Non è nella facoltà del richiedente decidere se l'atto vada in bollo oppure in carta libera e neppure discrezione degli uffici che richiedono o rilasciano atti. Il pagamento dell'imposta di bollo è la regola mente la "carta semplice" è l'eccezione, pena l'evasione del tributo di bollo.


LA CRS COME CARTA SCONTO BENZINA:
I residenti nei Comuni confinanti con la Svizzera, dovranno usare la Carta Regionale dei Servizi (CRS)
già in possesso di tutti i cittadini per accedere ai servizi sanitari, come CARTA SCONTO BENZINA. Per ottenere lo sconto, al momento del rifornimento, si dovrà digitare il PIN della propria carta (il codice personale che abilita la CRS all'utilizzo dei servizi on-line). Chi ne fosse ancora sprovvisto potrà richiederlo, presentando la propria CRS e un documento d'identità, presso:

- le ASL
- i Comuni abilitati al rilascio (vedi elenco di seguito riportato)
Chi è titolare di Codice PIN di una CRS scaduta o in scadenza, dovrà richiederne un altro collegato alla nuova CRS ricevuta. Solo nel caso in cui la vecchia Carta non sia ancora effettivamente scaduta, il cittadino può ottenere il nuovo PIN, oltre che presso gli sportelli sopra indicati, anche tramite il sito della Regione Lombardia dedicato alla CRS : http://www.crs.lombardia.it/. Sarà sufficiente inserire la vecchia Carta nel lettore e digitare il relativo PIN.
Solo il proprietario dell'autoveicolo, titolare della CRS abilitata allo sconto, può segnalare, recandosi di persona al Comune di residenza, i componenti del proprio nucleo familiare ai quali desidera estendere il beneficio. Il Comune, previa verifica, abiliterà allo sconto le CRS dei familiari per i quali è stata fatta la richiesta.
Le CRS dei proprietari dei veicoli ai quali attualmente è associata una Carta Sconto Benzina valida secondo i criteri di legge, saranno abilitate in automatico. Per le nuove attivazioni, sarà necessario rivolgersi al Comune di residenza che, come già avviene, verificherà in tempo reale i dati del proprietario e dei veicolo allo stesso associato.
La gestione del nuovo sistema CRS come Carta Sconto Benzina prevede un costo annuale a carico del cittadino di € 1,50 al posto del precedente costo di emissione della carta sconto di € 5.16. Tale importo sarà scalato in automatico sul primo rifornimento a prezzo scontato di ogni anno solare e graverà esclusivamente sulla CRS del proprietario del veicolo. Nulla sarà richiesto ai componenti del nucleo familiare dallo stesso autorizzati.
Per ulteriori informazioni relative alla richiesta del PIN o più in generale sulla Carta Regionale dei Servizi è possibile contattare il numero verde 800.030.606 oppure collegarsi al sito della Regione Lombardia http://www.crs.lombardia.it/ .
Per problemi relativi all'abilitazione della propria Carta Regionale dei Servizi come Carta Sconto Benzina rivolgersi al proprio Comune.
Elenco ASLper il rilascio del PIN:
- Campione d'Italia, Corso Italia 10;
- Cantù, via Domea 4;
- San Fedele Intelvi, via Andreeti 12;
- Ponte Lambro, via Verdi 3;
- Lomazzo, via Del Rampone 1;
- Mariano Comense, via F.Villa;
- Olgiate Comasco, via Roma 31;
- Como, via Croce Rossa 1.
Elenco Comuni abilitati al rilascio del PIN:
Albavilla
Alzate Brianza
Anzano del Parco
Cantù
Cavallasca
Cermenate
Grandate
Lipomo
Lurate Caccivio
Montano Lucino
Olgiate Comasco
Veleso
Veniano
Villa Guardia

PROCEDURA DI PROROGA DELLA CARTA D'IDENTITA': PROBLEMI DI RICONOSCIMENTO:
L’art. 31 del D.L. 25/06/08 n. 112, immediatamente esecutivo, ha elevato da 5 a 10 anni la validità temporale della carta d’identità. Pertanto, per le carte in formato cartaceo:

  • In caso di primo rilascio, sarà apposta automaticamente la scadenza decennale;
  • Nel caso di carta con scadenza a far data dal 26/06/08, si dovrà procedere alla convalida del documento per ulteriori 5 anni, mediante apposizione sul documento originario di apposita apostilla di proroga.

Il Comune competente all'apposizone della suddetta apostilla è il Comune di residenza dell'interessato al momento della richiesta;

Il documento d'identità potrà essere presentato all'Ufficio Demografico anche da terza persona e non obbligatoriamente dall'interessato. 

Si sottolinea, però, che attualmente la suddetta proroga non risulta essere riconosciuta da parte di alcuni paesi quali: Egitto, Turchia, Tunisia, Croazia, Macedonia, Romania e Bulgaria.

 


SOPPRESSIONE DEL LIMITE MINIMO DI ETA' PER IL RILASCIO DELLA C.I.:
Si rende noto che, con circolare n.15 del 26/05/11 del Ministero dell'Interno, dipartimento degli Affari interni e Territoriali, è stato soppresso il limite minimo di età per il rilascio delle Carte d'Identità, prima fissato in anni 15, per cui il documento può essere chiesto da tutte le persone aventi la residenza o la dimora nel Comune. E' stabilita la seguente validità temporale del documento, diversa a seconda dell'età del richiedente:
a) anni 3 se è rilasciata ai minori di anni 3;
b) anni 5 se rilasciata ai minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
c) anni 10 per i maggiori di età.
Al fine del rilascio ai minori della C.I. valida per l'espatrio, occorre l'assenso dei genitori o di chi ne fa le veci

Allegati e Collegamenti

Via Liveria, 7 - 22070 Montano Lucino (CO) - Italia - Tel. +39 031 47 80 11 - Fax +39 031 47 02 53 - P.IVA 00616910139

XHTML 1.1Validato XHTML 1.1 CSS 2.0Validato CSS 2.0 Powered and design by: Hosting Artera.it – Web Quality Certified W3C - Accessibilità
© 2007 Comune di Montano Lucino – Tutti i diritti riservati. – PEC: comune.montanolucino@pec.provincia.como.it